Sci alpino: “Le mie mutandine sono troppo sexy per le svizzere”

OBERHOFEN AM THUNERSEE 12 Gen 2012 – Si è chiusa con una battuta la diatriba tra la Svizzera e l’atleta Tina Maze. Dopo una protesta inoltrata da Mauro Pini, allenatore di sci della squadra elvetica, la slovena è stata interrogata dai commissari della Federazione Internazionale. La squadra rossocrociata puntava il dito sulla biancheria intima indossata dalla 28enne di Slovenj Gradec: l’avvenente atleta della Slovenia avrebbe infatti utilizzato del materiale plastico, vietato dai regolamenti perché potenzialmente dopante sotto il profilo dei risultati, per fare da isolante tra la pelle e la tuta.

L’accusa non ha in ogni caso trovato fondamento e, una volta eliminati i sospetti, la Maze ha preferito puntare sull’ironia per chiudere la storia: “Forse la mia biancheria intima è troppo sexy per le svizzere” ha ammesso la bella slovena, la quale ora potrà tornare a concentrarsi esclusivamente sullo sci.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -