Iran: la parola ‘dollaro’ al bando negli sms

“Messaggio non inviato”. E’ quanto avrebbero letto sui loro cellulari diversi utenti iraniani che hanno tentato in queste ore di inviare un sms con all’interno la parola ‘dollaro’ scritta sia in inglese che in farsi.

Il blocco, scrivono alcuni media di opposizione iraniani, sarebbe stato imposto dalle autorità per fermare la ‘fame’ di dollari degli iraniani, che nelle ultime settimane stanno cercando di cedere rial. Negli ultimi tre mesi, infatti, la valuta iraniana ha perso oltre il 30% del suo valore rispetto alla valuta statunitense.

Il blocco alla trasmissione degli sms riguarderebbe anche la parola ‘cambiavalute’. Due operatori di telefonia mobile iraniani, Mci e Irancell, contattati dall’agenzia d’informazione ‘Isna’, hanno tuttavia smentito che i contenuti dei messaggi vengano filtrati.

Il presunto blocco alla parola ‘dollaro’ non sarebbe il solo provvedimento adottato dalle autorità per fermare la corsa alla banconota Usa. Dalla settimana scorsa, denuncia l’opposizione, è inaccessibile il sito web ‘Mesghal.ir’, che informa sul cambio tra il rial e le valute straniere. aki



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -