Imola, la prescrizione “salva” Marchignoli nel processo sul monumento ai Caduti

IMOLA 12 Gen 2012 – Al termine di un’udienza durata quattro ore e mezza a Imola, nella sezione distaccata del Tribunale, il giudice Massimiliano Cenni ha ritenuta estinta per intervenuta prescrizione la contravvenzione che vedeva sul banco degli imputati l’ex Giunta comunale guidata dall’ex sindaco ed attuale deputato Massimo Marchignoli.

L’accusa riguardava la rimozione del monumento ai Caduti di piazza Matteotti compiuta nell’aprile 2006 senza l’autorizzazione della Soprintendenza ai Beni culturali. Nonostante il parere contrario del pm. Antonello Gustapane e dagli avvocati delle parti civili Paolo Colliva e Alessandro Marelli per i quali il reato dell’ex Giunta si sarebbe estinto solo a partire dal 26 giugno 2008 con l’intervenuto accordo tra Comune e Ministero per i Beni culturali, è stata accolta la tesi difensiva rappresentata dagli avvocati Paolo Trombetti e Francesco Manetti per i quali la data da cui far decorrere i tempi prescrittivi era il 30 aprile 2006 allorché ebbero termine i lavori di rimozione.

E quindi sulla base di questa data il termine della prescrizione è stato il maggio 2011 mentre sull’altro fronte i Comitati di rappresentanza dei Caduti e per la difesa del monumento puntavano a far svolgere il processo allungando i tempi di prescrizione a giugno 2013.

A beneficiare di questa sentenza sono, oltre a Marchignoli, l’attuale vice sindaco Roberto Visani, il segretario circondariale del Pd Fabrizio Castellari, l’attuale presidente di Con.Ami Daniele Montroni, gli assessori alla cultura Valter Galavotti e al Patrimonio Raffaella Salieri, l’ex assessore Valter Attiliani ed un dirigente comunale,

da: l’Informazione di: Carlo Manara.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -