Francia: stretta correlazione tra stranieri e crimine, 33.000 espulsi

Le espulsioni degli immigrati illegali in Francia sono aumentate nel corso dell’ultimo anno. L’annuncio viene dal ministro degli Interni Claude Gueant, a tre mesi dalle prossime elezioni presidenziali dove le politiche sull’immigrazione saranno sicuramente un cavallo di battaglia dell’estrema destra guidata dalla leader del Fronte Nazionale, Marine Le Pen.

Gueant ha ribadito la linea dura del governo francese.

Sono 32.922 gli stranieri espulsi nel 2011, un risultato, nelle parole di Gueant, ”superiore rispetto a quello di 28.000 fissato inizialmente”. Si tratta di una cifra ”mai raggiunta prima”, per il ministro.

Nel 2011, secondo Gueant, sono stati accettati nel Paese 182.595 immigrati legali, un dato in calo di circa il 4% rispetto al 2010. Descrivendo la situazione in materia di immigrazione come ”fuori da ogni controllo”, Gueant ha detto di voler portare il numero degli immigrati legali in Francia a 150.000 l’anno, una media che non si riscontra dalla meta’ degli anni ’90.

Per Gueant esiste una stretta correlazione tra stranieri e crimine: la percentuale di delinquenza tra gli immigrati sarebbe ”di due o tre volte superiore” alla media nazionale. asca



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -