Polonia: colonnello accusato si spara in diretta televisiva

Il colonnello Mikolaj Przybyl, vice capo della procura militare di Poznan, si è sparato al termine di una conferenza stampa sullo scandalo relativo all’inchiesta sull’incidente aereo del 2010 nel quale rimase ucciso il presidente Lech Kaczynski.

Przybyl è stato immediatamente soccorso dal personale medico ed è ora fuori pericolo. Il colonnello aveva difeso la procura militare contro le accuse di aver intercettato illegalmente i giornalisti.
Durante la conferenza stampa che si era svolta nel suo ufficio, Przybyl, in uno stato di evidente stress emotivo, si era definito “difensore dell’onore dei procuratori e dei giudici militari”

La procura militare, che aveva aperto un’inchiesta sulla fuga di notizie relativa all’inchiesta sull’incidente aereo del 2010, aveva chiesto accesso alle comunicazioni telefoniche dei giornalisti coivolti. La procura generale aveva però giudicato illegale questa procedura. Nel corso della conferenza stampa, Przybyl aveva sostenuto che la procura militare si trovava ingiustamente sotto accusa.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -