Marocchino ucciso dal monossido di carbonio

SORESINA, 1 gennaio 2012 – Per sfuggire al freddo, la notte scorsa un immigrato si e’ rifugiato in un cascinale disabitato nella campagna di Soresina (Cremona) ed e’ morto intossicato dal monossido di carbonio. La vittima e’ Mohamed El Hayani, un marocchino di 44 anni trovato privo di vita nel bagno della cascina lungo la strada per la Moscona. L’uomo cercando di evitare l’assideramento e’ stato ucciso delle esalazioni del fuoco acceso dentro un bidone di latta.

La stanza e’ piccola, la porta era chiusa, la finestra sigillata e il fuoco acceso. A trovare il corpo sono stati due soresinesi che ogni giorno, con il permesso del proprietario, si recano al cascinale per nutrire i gatti randagi che si rifugiano negli ambienti disabitati. Avendo notato una porta sfondata i due si sono addentrati in una delle abitazioni che compongono la cascina e hanno trovato la salma in bagno. L’uomo era steso su un materasso con delle coperte. Non ci sono dubbi sulle cause del decesso, percio’ non e’ stata disposta l’autopsia.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -