A sinistra, l’onestà intellettuale di Macaluso…

Emanuele Macaluso, nel suo editoriale di fine anno, affronta il problema di una società “che non tende all’uguaglianza delle persone ma, al contrario, ad esasperare le disuguaglianze”.

Stando così le cose, “una pesante responsabilità hanno le classi dirigenti, non solo quelle impegnate nei governi”.

A proposito di responsabilità, il riformista Macaluso prosegue: “Ma non possiamo tacere la responsabilità della sinistra che storicamente è nata proprio per spingere le società – con il riformismo gradualista – verso l’uguaglianza tra le persone”(…)

“Ora – continua Macaluso – sembra che l’umanità faccia passi indietro, anche nei paesi più avanzati, come quelli europei. È anche vero che in altri continenti, in Cina, in India, in Brasile e anche in alcuni paesi africani, un accelerato sviluppo economico ha consentito a milioni di persone di mutare stato sociale o di ottenere il minimo per la propria esistenza. Tuttavia anche in questi paesi lo sviluppo economico si coniuga spesso con forti squilibri sociali”.

Quindi, nella progredita Europa, dove non c’è sviluppo economico, ma recessione, soffriamo delle accentuate disuguaglianze – che lamenta Macaluso – senza trarre quei vantaggi di cui beneficiano Cina, India, Brasile e alcuni paesi africani.

Bel colpo! Una matassa enorme avviluppa il nostro continente; soltanto a parole indichiamo soluzioni in un clima da “si salvi chi può”, dove la parola solidarietà tra paesi suona come paradosso nelle angosciate e angosciose chiacchiere di fine anno. O di fine epoca?

guglielmo donnini
P. S.:i “supersolidali” Angela e Nicolas, sono al di sotto di ogni sospetto.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -