“Sursum corda”: “Innalziamo i nostri cuori al di sopra delle mani, verso i cieli”.

Ha ragione Berlusconi (incredibile, di questi tempi) quando dice che è difficile vedere pessimisti di successo nelle umane intraprese.

Considerato l’andamento dell’anno che si chiude oggi, è arduo vestire i panni dell’ottimista. C’è un ottimismo della ragione che può trovare armi dialettiche sufficienti a sconfiggere il pessimismo della ragione.

C’è un pessimismo dei furbetti, di quelli che mai vorrebbero pagare dazio; ed è un “ottimismo” da figli di puttana.

C’è un ottimismo del cuore, del cuore oltre l’ostacolo; che non ha contraltare nel pessimismo del cuore perché è inaccettabile, in termini ontologici, che esso abiti in quella casa.

“Sursum corda”: “Innalziamo i nostri cuori al di sopra delle mani, verso i cieli”. Per scacciare il pessimismo che tentasse di prendervi dimora. Malgrado Monti and his boogie boys, malgrado Frau Angela (grobes Arsch) et le petit Sarko’, “Sursum corda über alles”. Auguri!-

guglielmo donnini

P. S.:salvo che Mariuccio il tassista (da non confondere con taxista), non voglia tassare anche gli slanci del cuore.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -