Iran – Rilasciata dopo 287 giorni la donna convertita al cristianesimo

Teheran, 31 dic. – – E’ stata rilasciata dopo 287 giorni di reclusione Shahla Rahmati, cittadina iraniana convertita al cristianesimo. Lo riferisce oggi il sito d’informazione attivo nell’ambito dei diritti umani ‘Herana’, spiegando che Rahmati era stata condannata in primo grado, lo scorso ottobre, a due anni e mezzo di carcere perche’ riconosciuta colpevole di ”aver fatto propaganda religiosa nella Repubblica islamica”.

La donna e’ stata poi assolta in appello dal Tribunale di Teheran e di conseguenza rilasciata. Rahmati era stata arrestata lo scorso anno, insieme ad altre decine di ”neo-cristiani”, nella capitale iraniana. Come spiega ‘Herana’, Rahmati avrebbe trascorso circa tre mesi in cella di isolamento nel carcere di Evin. Secondo i siti d’opposizione, nell’ultimo anno, oltre duecento iraniani convertiti al cristianesimo sarebbero stati arrestati su ordine dell’autorita’ giudiziaria iraniana.

Negli ultimi anni sono aumentate in modo considerevole le conversioni, soprattutto dei giovani, dall’Islam ad altre religioni quali il cristianesimo, il zoroastrismo e la fede bahai, suscitando le dure reazioni delle autorita’ politico-religiose della Repubblica islamica.
Fonte: (Nat/Col/Adnkronos)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -