Marocchino uccide connazionale, arrestato a Milano dopo la fuga

Milano, 29nov. – Un marocchino 31enne e’ stato accoltellato e ferito a morte ieri sera davanti a un bar in via Ravenna a Milano. Dopo i primi soccorsi, e’ stato portato all’ospedale Fatebenefratelli dove e’ deceduto qualche ora dopo. Il suo aggressore, Abdel Rahim Barouk, anche lui di nazionalita’ marocchina e’ stato arrestato in piazza Bonomelli dove si era rifugiato dopo l’aggessione.

Grazie alla collaborazione di alcuni testimoni e clienti del bar di via Ravenna, la polizia ha potuto ricostruire l’accaduto e bloccare il colpevole. Erano circa le 22.00 quando Eddaoudi Mohamed e’ stato trovato a terra con profonde ferite all’addome e alla testa dai clienti del bar messi in allarme dalle urla provenienti dalla strada. I testimoni hanno raccontato alla polizia di aver trovato la vittima in una pozza di sangue e di aver visto un uomo nordafricano armato di coltello mentre si allontanava a bordo di una Fiat punto.

Sul posto i poliziotti sono stati raggiunti da un altro marocchino che ha riferito come tra i due fosse scoppiata una lite per futili motivi e offese verbali. A questo punto il 113 ha ricevuto una telefonata da un cittadino straniero che riferisce che l’aggressore si chiama Abdel Rahim Barouk e si trova davanti a un bar in via Bonomelli. Gli agenti trovano infatti Barouk fuori dal bar con evidenti macchie di sangue sul viso e sul petto. All’inizio l’uomo cerca di depistare le domande degli agenti ma nel giro di pochi minuti confessa di aver accoltellato il connazionale a causa delle offese su sua madre.

L’uomo e’ stato fermato e ha raccontato di aver gettato il coltello lungo il tragitto ma l’arma non e’ ancora stata trovata. In queste ore Barouk sara’ sentito dal pm per la convalida del fermo. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -