Asta titoli di stato tedeschi semideserta, crolla il muro di Berlino: un fallimento l’asta dei Bund

La Germania sta facendo fronte a un mercato “estremamente nervoso” in cui gli investirori si dimostrano particolarmente tesi, l’andamento dell’offerta di titoli di Stato nel 2011 – un totale di 270 miliardi di euro – non mostra però alcuna riduzione nell’interesse sui governativi tedeschi.

Lo dice in una e-mail a Reuters il direttore dell’agenzia per la gestione del debito Carl Heinz Daube.
“Vediamo attualmente mercati estremamente nervosi”, scrive Daube rispondendo alle domande dell’agenzia.

Come ha fatto notare Morgan Stanley il 17 novembre, negli ultimi giorni mentre i rendimenti dell’area periferica balzavano, i tassi di interesse dei bund non scendevano, ma rimanevano fermi. A dimostrazione del fatto che gli investitori non stanno spostando i loro soldi all’interno dell’Europa, bensi’ direttamente via dal continente nella sua interezza.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -