Dopo lite su social network, tunisino picchia nipote minorenne

Roma, 20 nov. – Era nata per futili motivi la discussione, avvenuta su un social network tra una ragazza di 17 anni e il marito della sorella di suo padre. Ma interrotto il collegamento lo zio ‘acquisito’ e i suoi figli hanno deciso di andare a casa della giovane a Roma, per continuare la discussione dal vivo e hanno aggredito la minore.

Quando lo zio e i tre figli hanno bussato alla porta, la ragazza li ha fatti entrare pronta a chiarire con tranquillità la situazione. Ma lo zio e il primogenito hanno preferito aggredire la ragazza colpendola al volto. Gli altri due cugini, invece, hanno iniziato a mettere a soqquadro l’abitazione danneggiando mobili, televisori e computer. Poi i quattro sono fuggiti. Ad accorgersi di quello che stava succedendo è stata la nonna della ragazza che svegliata dal frastuono ha chiamato il 113. Gli agenti del Commissariato Monteverde, arrivati immediatamente sul posto dopo aver soccorso la ragazza, si sono messi sulle tracce degli aggressori.

Lo zio della ragazza, un tunisino di 51 anni, è stato rintracciato nella sua abitazione assieme al figlio di 23 anni. Per i due è scattata la denuncia per lesioni personali aggravate. Gli altri due figli dell’uomo, invece, dovranno rispondere di danneggiamento.

(Adnkronos)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -