Maxisbarco a Bari, immigrati avevano pagato 4mila euro a testa

Bari, 19 nov. (Adnkronos) – Otto cittadini egiziani sono stati arrestati stanotte dalla Polizia di Frontiera di Bari, unitamente alla Squadra Mobile della Questura, al personale della Capitaneria di Porto e ai militari della Guardia di Finanza, per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina aggravata.

Erano a bordo del motopeschereccio di circa 30 metri battente bandiera maltese sbarcato al porto, che trasportava altri 163 immigrati clandestini, tutti maschi, dei quali 57 minorenni. Tutti i migranti sono di nazionalità egiziana, tranne cinque somali.

Verso le 19.00 di ieri sera, l’imbarcazione è stata intercettata da una unità navale della Capitaneria di porto a circa 15 miglia dalla costa. Gli uomini della Guardia Costiera, viste le condizioni precarie dei passeggeri a bordo, hanno trainato il natante al porto, dove è giunto verso le 23.

Al momento dello sbarco, i migranti sono stati rifocillati ed identificati ma sono state anche avviate indagini per accertare la presenza tra di loro degli scafisti. Gli inquirenti sono riusciti a individuare gli otto presunti responsabili di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e ad accertare i ruoli svolti da ognuno di loro nell’ambito dell’organizzazione criminale.

L’imbarcazione, non in buone condizioni, è partita dalle coste egiziane circa 10 giorni fa, dopo che l’organizzazione criminale aveva intascato dai migranti la somma di 4.000 euro ciascuno. Durante la traversata, gli immigrati avrebbero subito violenze e minacce, anche con l’utilizzo di armi, al fine di intimorirli e reprimere le loro proteste scaturite dalle condizioni igieniche indecenti e dalla scarsità dei viveri somministrati.

Mentre il personale della motovedetta della Capitaneria di Porto tentava di avvicinarsi alla barca, gli scafisti avrebbero anche cercato di liberarsi, lanciandolo in mare, di un involucro contenente circa 400 grammi di marijuana. Al termine i minorenni sono stati condotti nelle strutture di accoglienza del territorio mentre gli adulti sono stati respinti e saranno rimpatriati stasera con volo diretto in Egitto.

Gli otto arrestati sono stati condotti in carcere mentre l’imbarcazione e la droga sono stati sequestrati.

adnk



   

 

 

1 Commento per “Maxisbarco a Bari, immigrati avevano pagato 4mila euro a testa”

  1. Come sarebbe a dire respinti? E come mai non è già cominciata la solita tiritera di improperi contro Berlusconi che “viola” i loro diritti umani?
    Vorrei sapere una cosa … ma chi ca++o finanzia queste “immigrazioni”? Dubito che questi poveretti abbiano potuto pagare 4000 euro di tasca loro!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -