Uccise due uomini e poi diede fuoco ai cadaveri, in manette 30enne romeno

Roma, 18 nov. – I carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati, dopo circa cinque mesi di ininterrotte indagini, hanno assicurato alla giustizia un cittadino romeno di 30 anni ritenuto responsabile del duplice omicidio, avvenuto ad Artena, alle porte di Roma, a fine luglio scorso, in cui furono uccisi il titolare di una falegnameria Bruno Lanna (53 anni) e un suo amico di vecchia data Mario Mattozzi (66 anni). Il romeno arrestato e’ un ex dipendente di Lanna.

La sera del 29 luglio scorso, i familiari delle due vittime, non vedendoli rincasare, diedero l’allarme dando il via alle ricerche. Solo la mattina dopo, in un uliveto vicino alla falegnameria, furono rinvenuti i due cadaveri completamente dati alle fiamme, ma con evidenti segni riconducibili a colpi di ascia sulla testa.

Le indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri hanno portato a raccogliere sempre più elementi sul conto dell’ex dipendente che nel loro insieme hanno costituito il grave quadro indiziario, tanto da portare all’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’uomo, che dopo aver commesso il delitto si era nascosto in Romania, è giunto ieri sera a Fiumicino, tramite Interpol, ed è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria italiana.

(Adnkronos)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -