Alluvione Genova 4 novembre 2011

Sette i morti di cui due bambini. Esondato il torrente Bisagno, allagata la parte bassa della città. Centinaia le richieste di aiuto arrivate ai vigili del fuoco.

Il maltempo che si sta abbattendo su Genova ha scatenato il caos: il torrente Bisagno, che scorre nella parte bassa della città è esondato. Ci sono delle vittime. I torrenti Sturla e Fereggiano erano tracimati a monte. I vigili del fuoco hanno evacuato decine di persone da negozi e magazzini dei pianterreno con gommoni e sommozzatori. Si registrano ritardi sulla rete ferroviaria, chiuso il tratto tra il bivio A7/A12 Milano-Genova e Genova Nervi.

A centinaia i negozi inondati dall’acqua, a decine gli interventi dei vigili del fuoco per soccorrere persone in difficoltà.

Sette i morti
Secondo il sito del Comune di Genova che viene aggiornato in tempo reale sulla situazione i morti sono sette. Tra le vittime ci sarebbero due donne, di cui una rimasta schiacciata dalle auto travolte dalla piena, e due bambini. Accertato il decesso di una donna albanese di 28 anni e di due bambini di uno e 10 anni, presumibilmente i suoi figli. I corpi sarebbero stati tutti trovati in via Fereggiano.

“Mi sono gettato nel fango ma il bimbo era già morto”
Rosario Gioia, 38 anni, operaio disoccupato di Genova, è un eroe mancato: in via Fereggiano ha visto a donna e i due bambini scomparire nella piena. Si è gettato nel fango, è riuscito ad afferrare il bimbo di un anno. Ma quando lo ha estratto dal fango, il bimbo era già morto. E’ stato lui stesso a raccontarlo.

Recuperata bimba data per dispersa
A Genova è stata recuperata una bambina che era stata data dispersa dopo le esondazioni dei torrenti Bisagno e Fereggiano.

Estratto da auto, vivo per miracolo
Giovanni De Pellegrini, ex linotipista del quotidiano “Il Lavoro” di Genova è salvo per miracolo. “Avevo appena imboccato il tunnel (in auto a fianco della stazione di Brignole n.d.r.) verso monte. Fatti pochi metri l’auto si è bloccata nell’acqua. Non riuscivo più a uscire. Due ragazzi con un crick hanno sfondato il mio parabrezza e mi hanno fatto uscire”. Pochi istanti dopo la sua auto è stata trascinata via dalla piena. “Non so come ho fatto a salvarmi,ringrazio quei due ragazzi” conclude.

Studenti bloccati a piani alti di due scuole
Il sito del Comune riferisce che gli studenti di due istituti scolastici (Giovanni XXIII e Parini-Merello) sono bloccati all’interno, ai piani alti, per motivi di sicurezza. Tutta la zona del Bisagno interessata (da ponte Fleming fino alla Foce) è presidiata dalle forze dell’ordine che, casa per casa, locale per locale, stanno facendo abbandonare i piani terra e i piani interrati.

tgcom

L’alluvione del 1970




   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -