Frustra exquirendo antiquum Silvium

Doveva essere un do di petto, tipo “All’alba vincerò! Vincerò! Vinceròooo!”, sarà una fetecchia.

In mezzo ai no dalla Lega e con la minacciata “frondina” dei sei sacrestanelli, tentati da Pierfurby, finisce in vacca il Cavaliere. E l’Italia con lui. Un Paese da sempre oscillante tra la tragedia e la farsa. Miserie, qualche rara nobiltà, e Pulcinella nello sfondo.

Cercando l’Unione europea, ci ritroviamo in mezzo al golpe economico/finanziario di due apprendisti stregoni, a vantaggio della grande speculazione globale. Che dovrebbe pagare la “cagnotta” agli occasionali compari Angela e Nicolas. Se non è il gioco delle tre carte, poco ci manca. Una terribile guerra senza cannoni. Più distruttiva. Forse.

guglielmo donnini

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -