Giornalista indagato per simulazione: revocata la protezione

La protezione assegnata nel gennaio scorso al giornalista di Televideo Rai Nello Rega – Autore del libro “Diversi e Divisi”sulla convivenza fra Cristiani e islamici – è stata revocata oggi, a una settimana dalla notifica al giornalista di un avviso di garanzia della Procura della Repubblica di Potenza, in cui si ipotizza a suo carico l’accusa di simulazione di reato.

La revoca della scorta, già operativa è stata decisa dall’ufficio centrale interforze per la sicurezza personale, che opera presso il dipartimento di
pubblica sicurezza.

L’avvocato Vincenzo Vitale, legale di Rega, si è detto “molto sorpreso. Il provvedimento di revoca, della scorta non è motivato in
alcun modo
–ha aggiunto  – ma possiamo supporre che sia da mettere in relazione con l’avviso di garanzia della settimana scorsa. E’ poi anche intempestivo, perché noi siamo certi di dimostrare l’infondatezza dell’accusa della Procura  contro Rega, a parte la presunzione di innocenza che dovrebbe  valere nei suoi confronti. Nel dubbio – ha continuato Vitale – sarebbe stato meglio proseguire nelle protezione: la revoca è sbagliata e  pericolosa e forse il rischio non è stato valutato sufficientemente dagli organi competenti, che speriamo possano tornare sulla loro decisione”

L’interrogatorio di Rega con i Pm di Potenza, Domenico Musto e Anna Gloria Piccinini, è fissato per il 3 novembre. Rega denunciò ai carabinieri che la notte del 7 gennaio scorso qualcuno aveva sparato con un’arma da fuoco contro al sua automobile, non lontano da Potenza. Il giornalista è stato minacciato già diversi mesi prima della pubblicazione del libro. Il 24 settembre 2009, poi, ricevette una busta con tre proiettili e, il 27 novembre successivo, trovò una testa di agnello sul sedile della sa automobile.
(Ansa)

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -