Sanità E.R: l’Ausl è in rosso? Va in equilibrio con ammortamenti.

Per quanto riguarda le Aziende Usl di Forli’ e di Cesena, che avevano previsto eccedenze di spesa rispetto all’obiettivo assegnato, “hanno prodotto piani di contenimento della spesa sanitaria”. Sempre nella relazione, si legge che ”complessivamente la spesa del personale dipendente, pur tendenziale aumento rispetto al 2009, e’ stata mantenuta in ambiti di piena compatibilita’ con l’obiettivo di equilibrio economico-finanziario”. Inoltre, “le aziende rispettano le scadenze dei pagamenti obbligatori (retribuzioni personale dipendente e convenzionato, contributi, imposte e tasse, utenze, assicurazioni e mutui ) ed assicurano tempi contenuti (30-90 gg) nei confronti dei fornitori che erogano servizi direttamente al cittadino /farmacie convenzionate, ospedali privati, terme, convenzionati esterni, cooperative sociali, enti gestori di strutture protette) e operano in regime di convenzione nazionale o di accreditamento regionale. I tempi di pagamento riferiti ai soli fornitori di beni e servizi sono pari a 266 giorni a fine 2010, mantenendosi sostanzialmente in linea con i due esercizi precedenti”. Adnkronos

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -