Manovra: fumogeni e petardi contro il Parlamento e gli agenti

Cgil, Cobas e militanti di Rifondazione Comunista cercano lo scontro nella piazza di Montecitorio, mentre in aula alla Camera si vota la manovra. Insultato Andrea Ronchi e colpito con un gavettone. L’ex FLi ha risposto: “Siete la vergogna dell’Italia, cialtroni di m…”.

Al grido ‘dimissioni’ i manifestanti dell’Usb hanno cominciato a lanciare fumogeni e petardi verso il Parlamento. Le forze dell’ordine stanno effettuando alcune cariche per disperdere i manifestanti. Nella piazza è stata versata vernice rossa e blu, candelotti di fumogeni, uova, bottiglie di vetro, scarpe.

I rivoltosi hanno fatto una specie di ‘fuoco di sbarramento’ indirizzato verso i blindati delle forze dell’ordine schierate in assetto antisommossa, lanciando scarpe vecchie e interiora di animale, molto probabilmente cuori e fegati di maiale. A quel punto gli agenti hanno reagito e hanno fatto una carica di alleggerimento che ha disperso i manifestanti nelle vie adiacenti piazza Montecitorio e piazza Colonna. Nella carica sono stati travolti i scooter e motociclette parcheggiate in fila nella piazza.

La polizia, in assetto antisommossa, ha  quindi tentato di difendersi e di riportare la calma facendo alcune cariche nel tentativo di fermare i gruppi più violenti. Le tensioni sono durate una ventina di minuti. Dopo l’intervento degli agenti, i manifestanti si sono spostati verso i Fori Imperiali nel cuore di Roma.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -