Dopo il tentato stupro, un cartello: ingresso vietato a marocchini

Alassio. I genitori della vittima hanno “reagito” così all’aggressione subita dalla figlia.

Vietato l’ingresso ai marocchini”. Scioccati dall’aggressione subita dalla figlia 21enne nella notte tra sabato e domenica nel centro di Alassio, i genitori della ragazza hanno affisso questo cartello nel bar di loro proprietà.

Un extracomunitario completamente ubriaco, dopo aver seguito una ragazza che rincasava a piedi, l’ha colpita con un coccio di bottiglia tagliandole i vestiti e provocandole ferite sulla schiena (come riportato da Il Secolo XIX) e, dopo l’aggressione, è scappato.

L’extracomunitario, era conosciuto anche dalle forze dell’ordine; due settimane fa aveva spintonato e morso due vigili urbani perché gli avevano sequestrato, per la quarta volta in una settimana, 63 paia di occhiali contraffatti che vendeva sulla spiaggia.  Aveva patteggiato 66 mesi di reclusione. Dopo aver ottenuto la sospensione della pena, due settimane dopo era ancora ad Alassio con il solito “giro”: di giorno in spiaggia, di sera a ubriacarsi.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -