Taiwan, organi di donatore Hiv positivo trapiantati in cinque pazienti

Cinque pazienti trapiantati con alcuni organi di un donatore positivo all’Hiv. Il tragico errore è accaduto al National Taiwan university hospital di Taipei. ll donatore, un uomo di 37 anni, era entrato in coma lo scorso 24 agosto. Il suo cuore, il fegato, i polmoni e i reni sono stati trapiantati lo stesso giorno a cinque pazienti. Ora, fa sapere l’ospedale, i cinque sono in trattamento con farmaci anti-Aids.

Ma come è potuto accadere un simile errore? “Per l’ospedale – riferisce il Daily Mail – l’errore si è verificato perché un membro dello staff medico, durante le operazioni di trapianto, ha interpretato la parola inglese ‘non reattivo’ (negativo) credendo fosse l’esito del controllo standard sulla positività all’Hiv del donatore. Ma in realtà il termine indicava proprio una persona a rischio“.

Insomma, una grave incomprensione nelle procedure di identificazione e verifica degli organi. Inoltre, la struttura ha fatto sapere che le informazione su i test di verifica dell’Hiv sono state date per telefono e non sono state ricontrollate, come richiesto dalla procedura.

“Se l’errore è stato causato da una grave negligenza – afferma Shih Chung-linag, responsabile del dipartimento della salute di Taiwan – l’ospedale dovrà sospendere i suoi programmi di trapianto per un massimo di un anno, oltre a pagare una multa dall’importo non specificato”.

adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -