Strage di Bologna: l’assenza del Governo è “un atto di ritorsione e fuga”

Condividi

 

2 agosto 1980

L’assenza di un rappresentante del governo alle celebrazioni per il 31/o anniversario della strage alla stazione di Bologna, rappresenta ”una mancanza di riguardo e di rispetto per la citta”’. Lo sostiene il sindaco di Bologna, Virginio Merola, secondo cui quella dell’Esecutivo è ”una posizione miope che non riesce a vedere la coesione civile di una citta’ che in questa ricorrenza si unisce”.

Duro anche il commento di Paolo Bolognesi, presidente dell’ Associazione familiari delle vittime, secondo il quale quello del governo è ”un atto di ritorsione e fuga”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -